Come conservare le infiorescenze di canapa: tutto quello che devi sapere

SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 49€!
SCONTO DEL 20% SUL PRIMO ORDINE CON IL CODICE "TRADITIONAL20"
come conservare le infiorescenze di canapa

Luci, clima e barattolo: ecco come conservare le infiorescenze di canapa

La natura ci ha regalato piante straordinarie per bellezza, benefici e composizione. Alcune di esse sono assai gustose, altre sono dei rimedi naturali prodigiosi: la canapa sativa presenta entrambe le caratteristiche, che la rendono un prodotto molto ricercato e apprezzato. Per questo è molto importante custodirla e conservarla nel modo giusto, facendo molta attenzione ai fattori ambientali circostanti che potrebbero alterarne le proprietà.

Se ti stai chiedendo come conservare le infiorescenze di canapa, ecco qualche consiglio che fa al caso tuo.

Perché è importante conservare al meglio le infiorescenze di canapa?

La cannabis light è una variante più leggera della canapa tradizionale, che presenta tutti i benefici del Cannabidiolo (CBD) ma è pressoché priva di THC, la componente psicotropa di queste piante. Oggi questa varietà viene coltivata e commercializzata per via degli straordinari  benefici terapeutici del CBD.

La coltivazione di queste piante è un viaggio lungo e affascinante, al termine del quale vengono raccolte le infiorescenze migliori, la cui composizione restituisce prodigiosi effetti benefici per mente e corpo. Ecco perché è importante custodirle nel modo giusto.

Se desideri sapere come conservare le infiorescenze di canapa, abbiamo pensato ad alcuni consigli che possono esserti utili.

Come conservare le infiorescenze di canapa? 7 consigli utili

Temperature, luce, umidità. Sono tanti i fattori che potrebbero compromettere la qualità della tua cannabis. Se hai bisogno di capire come conservare le infiorescenze di canapa, ecco le 7 regole fondamentali:

  1. Occhio alle temperature! L’eccessivo calore è il nemico numero uno delle infiorescenze di cannabis. In primo luogo, le temperature troppo calde deperiscono le cime, che tenderanno a seccarsi perdendo tutte le proprietà benefiche di cui sono dotate. In secondo luogo, il calore potrebbe far sviluppare funghi e muffe, che alterano sapore e composizione delle tue infiorescenze. Conserva la tua cannabis in un posto mediamente fresco, tienila lontano da termosifoni e da qualsiasi altra fonte di calore, come ad esempio gli elettrodomestici. Tuttavia, accertati anche che l’ambiente non sia troppo freddo: temperature inferiori ai 10 gradi deteriorano le infiorescenze di canapa. La temperatura ottimale va dai 13°C ai 22°C.
  2. Attenzione all’umidità. Se desideri custodire al meglio le tue infiorescenze di canapa, devi fare molta attenzione all’umidità, perché è la prima condizione che porta alla formazione di muffe, funghi e batteri. Conserva la cannabis in un ambiente asciutto, controlla il tasso di umidità e se nutri ancora qualche timore nei confronti di questo antipatico agente atmosferico, aggiungi una bustina di silice al tuo barattolo!
  3. Proteggi dai raggi UV. L’esposizione ai raggi solari è un ulteriore fattore di deterioramento per le infiorescenze di canapa, una questione di temperatura, come abbiamo visto, ma anche di raggi ultravioletti. L’esposizione ai raggi UV, infatti, favorisce l’ossidazione delle cellule che compongono le tue infiorescenze, dunque, ti consigliamo di conservarle al buio e in ogni caso lontane da apparecchi che emanano radiazioni elettromagnetiche.
  4. Scegli il barattolo giusto. Se è da un po’ di tempo che ti chiedi come conservare le infiorescenze di canapa, ecco un consiglio fondamentale. Alla luce di quanto osservato finora, la scelta del barattolo giusto è importantissima. La prima regola è quella di evitare la plastica: fa passare la luce, accumula calore e può rilasciare molecole chimiche. Conservando le tue infiorescenze in un barattolo di plastica, insomma, rischieresti di vanificare le accortezze dei punti precedenti, perché il passaggio di luce e il calore accumulato da questo materiale potrebbero portare alla formazione di umidità interna, quindi allo sviluppo di muffe e batteri. Meglio usare barattoli di vetro o ceramica, magari con chiusura ermetica. Sempre per questioni relative all’umidità interna, è consigliabile riempire la vostra piccola giara per circa tre quarti lasciando un po’ d’aria, ma non troppa.
  5. Previeni gli urti. La coltivazione della canapa è un processo affascinante e delicato, che porta al raccolto di infiorescenze gustose, rilassanti ma anche fragili. Rovinare le cime sarebbe un peccato, perché potrebbero perdere le proprietà benefiche che le contraddistinguono: è importante maneggiarle con cura, conservandole in un contenitore che preservi gli urti.
  6. Non mischiare le infiorescenze. È importante distinguere i tipi di infiorescenza perché ognuna ha un suo gusto e delle caratteristiche che le contraddistinguono e mischiarle sarebbe un peccato. Se ti piace provare nuove armonie e nuove sfumature di sapore ma non sai come conservare le infiorescenze di canapa per preservarne il gusto, ti consigliamo di usare barattoli diversi. Con queste accortezze le tue infiorescenze potrebbero mantenere la propria qualità per parecchi mesi, in alcuni casi per addirittura un anno. Tuttavia, dipende da fattori ambientali individuali e spetta a te valutarli.
  7. Non surgelare la cannabis. C’è chi afferma che in freezer le infiorescenze possono durare per un paio d’anni, ma ci sono alcuni problemi non trascurabili. Innanzitutto, i cambi di temperatura, che potrebbero portare alla proliferazione di batteri, ma il problema principale riguarda i tricomi, che ghiacciandosi potrebbero spezzarsi. Meglio godersi l’armonia di una gustosa infiorescenza di cannabis fresca e ben conservata, no?

Dove trovare le migliori infiorescenze di canapa da gustare?

Se sei un appassionato di cannabis, con ogni probabilità ti piace provare nuovi sapori e proprio per questo motivo è importantissimo che tu sappia come conservare le infiorescenze di canapa per preservarne la qualità.

Noi di The Traditional CBD coltiviamo le nostre infiorescenze con tecniche naturali, senza l’ausilio di pesticidi e diserbanti chimici, sfruttando soltanto il calore dei raggi solari e il clima mite e accogliente degli altopiani calabresi, le cui caratteristiche sono ideali per restituire prodotti di altissima qualità.

Consulta il nostro catalogo: troverai le infiorescenze di cannabis light più gustose che il nostro territorio sa offrire, come l’ormai varietà Calabrisella o le new entry Karmagnola Original e Flower of life.

Ti piacerebbe saperne di più sulle nostre infiorescenze? Contattaci e saremo lieti di raccontarti la nostra storia.

 

Share
0
    0
    CARRELLO
    il tuo carrello è vuotoRitorna ai prodotti
    top